Salta al contenuto principale
x

Esperienze

Vincenzo Piuri ha servito attivamente e continuamente l’IEEE per 33 anni, dapprima come Student Member e volontario e, più recentemente, come membro dell’IEEE Board of Directors per 4 anni e come IEEE Vice President for Technical Activities. È stato coinvolto in molti aspetti e a diversi livelli nelle attività e nelle operazioni dell’IEEE, inclusi servizi per i membri, comitati tecnici, networking delle persone, conferenze, pubblicazioni, attività educative, attività finanziarie e di gestione.

In tutte queste attività, ha sempre avuto una visione globale e olistica di un’IEEE unitaria, promuovendo fortemente la cooperazione e l’inclusione, a beneficio sinergico di tutti i gruppi, della nostra comunità scientifica, tecnologica e professionale, e dell’intera società.

In particolare, Vincenzo Piuri:

  • ha partecipato a numerosi comitati (inclusi IEEE Board of Directors, Technical Activities Board, Publication Services and Products Board, e alcuni comitati di tali Board, nonché alcuni comitati del Members and Geographic Activities Board e dell’Educational Activities Board); è stato Presidente di Society nonché Vice President (Members Activities, Publications, Education) e membro dell’Administrative Committee di Society e Technical Council; ha cooperato nell’organizzazione o nella ristrutturazione di Society e Technical Council con lo scopo di migliorarne l’efficacia e l’efficienza.
  • ha promosso la cooperazione tra i Board e i comitati per operare come un’IEEE unitaria, facilitando le interazioni tra essi e contribuendo a focalizzare le attività di numerosi rappresentanti e comitati.
  • ha collaborato a numerose attività di pianificazione strategica, anche guidandone alcune, con attenzione particolare alla promozione dell’inclusione e della diversità, operando nell’IEEE Strategic Planning AdHoc Committee, nel MGA Strategic Direction and Environmental Assessment Committee, nel TAB Strategic Planning Committee e nel PSPB Strategic Planning Committee.
  • ha organizzato attività di apertura al dialogo con Regioni, Sezioni, Divisioni, Società, Technical Council e Standards Associations per promuovere la cooperazione tra tutti i gruppi all’interno dell’IEEE, supportando una visione olistica per IEEE unitaria.
  • ha contribuito allo sviluppo di attività e servizi per i Membri dell’IEEE e tutte le persone della comunità scientifica e tecnologica, ad esempio come Program Chair del 2017 IEEE Sections Congress, espandendo le opportunità di comunicazione e interazione, creando il programma di formazione per volontari nelle attività tecniche, e servendo nelle Student Branch.
  • ha promosso il riconoscimento dell’eccellenza di ricercatori, professionisti e volontari, proponendo numerosi nuovi premi, nominando molti Senior Member e servendo nei comitati per i Technical Field Awards.
  • ha fondato e catalizzato la creazione di numerosi Chapter e ha catalizzato l’interesse a creare nuove Sezioni nel mondo, come contributo tangibile allo sviluppo di comunità locali e come cooperazione tra Sezioni, Società e Technical Council.
  • ha contribuito all’espansione del dialogo dell’IEEE con l’industria e ha supportato fortemente le attività dell’IEEE per imprenditori, dirette a comprendere meglio le necessità delle industrie, dei professionisti nell’industria e degli imprenditori, così come a definire strategie e servizi per servirli meglio.
  • ha strenuamente promosso l’inclusione e supportato la diversità nei comitati e nelle comunità, specialmente nel caso di aree geografiche e gruppi (specialmente giovani professionisti e donne) non ancora supportati abbastanza.
  • ha diretto, co-fondato o promosso numerosi comitati tecnici (in particolare in CIS, CS, IMS, SYSC, BIOMC) e supportato la ristrutturazione delle attività tecniche in varie Società e Technical Council, al fine di una migliore efficacia ed efficienza. 
  • ha promosso la cura delle tecnologie emergenti e delle necessità emergenti di tecnologie ed applicazioni, stimolando la cooperazione con altri Board dell’IEEE.
  • ha fondato l’IEEE Environmental Engineering Initiative per aggregare le comunità e le conoscenze in questo campo, con la cooperazione di TAB, MGA, EAB, Standards Association e vari altri comitati.
  • ha organizzato conferenze di successo con moltissimi partecipanti (tra cui: Smart World Congress 2017 / 2016 / 2015; WF-IOT 2016 / 2015; iThings 2013; SSCI 2013 / 2011 / 2009; I2MTC 2019 / 2010 / 2009 / 2004; IJCNN 2010 / 2009 / 2000) e ha creato la conferenza CIVEMSA (quest’anno alla sua quindicesima edizione).
  • ha svolto attività di servizio come Editor-in-Chief (ISJ) e Associate Editor (T-CC, T-NN, T-IM, CI-M), ha supportato nuove pubblicazioni (tra cui: CI-M, T-AMD, T-CIAIG) e ha promosso lo sviluppo di pubblicazioni esistenti (T-IM, T-NN, T-FS, T-EC, ISJ) al fine anche di focalizzare meglio le necessità dell’industria.
  • ha creato e sviluppato attività educative (tra cui: summer school, tutorial a conferenze, attività educative on-line e nella IEEE e-Learning Library).

In queste attività ha sempre cercato di comprendere approfonditamente i problemi, contribuendo allo sviluppo di strategie per la loro soluzione e costruendo un ampio consenso al fine di ottenere risultati efficaci.

La sua conoscenza delle variegate necessità di forum tecnici, attività, prodotti e servizi per ricercatori, professionisti, studenti e personale governativo nelle varie aree geografiche è basata sulla sua educazione, sulle sue attività di ricerca in aree tecnologiche interdisciplinari, sulle sue attività di servizio in ambito accademico, sulle sue numerose attività nel trasferimento tecnologico e nella ricerca applicata presso industrie, e sulle sue attività di servizio per l’IEEE.

In tutti questi anni di volontariato per l’IEEE, Vincenzo Piuri ha quindi acquisito un’ampia e solida conoscenza della struttura dell’IEEE e del suo modo di operare, tra cui servizi per i membri, networking delle persone, comitati tecnici, prodotti, servizi per l’industria, gestione e aspetti finanziari.

Egli ha sempre considerato ogni nuovo problema come una sfida, un’opportunità per imparare da persone più esperte, una possibilità di interagire proficuamente con i volontari e con il personale dell’IEEE per fare fronte alle difficoltà tutti insieme, e come il dono di servire la comunità per contribuire alla realizzazione della missione dell’IEEE a beneficio dell’umanità, cercando solo il bene della comunità scientifica, tecnologica e professionale nelle nostre aree di interesse.

Sebbene gli sia sempre piaciuto entrare personalmente nei dettagli delle varie attività, per avere una conoscenza approfondita dei problemi e scoprire le motivazioni, ha sempre cercato di avere una prospettiva strategica nella guida delle sue azioni e per costruire il maggior consenso possibile al fine di realizzare collaborazioni di grande efficienza in uno scenario internazionale, focalizzandosi sul raggiungimento di risultati concreti. Ha sempre cercato di avere una visione olistica per un’IEEE unitaria, promuovendo la collaborazione tra i vari gruppi al fine di ottenere benefici maggiori per l’intera IEEE e per tutta la società. La cooperazione olistica è essenziale, poiché siamo un’UNICA IEEE.

Vincenzo Piuri è stato sempre ispirato da tutte le esperienze passate, in una continuità di scopo e visione, aderendo alla missione ed ai principi alla base dell’IEEE, servendo le comunità scientifiche e professionali nel mondo, allo stesso tempo lavorando duramente per incoraggiare l’avanzamento della scienza, della tecnologia e della professione. Egli ha, infatti, una naturale aspirazione per il progresso, realizzato attraverso cambiamenti graduali al fine di evitare brusche variazioni, favorendo lo sviluppo incrementale per ottenere maggiore consenso e confidenza nei risultati e per disporre di una maggiore prontezza nel rilevare e correggere evoluzioni inappropriate.

Egli ha anche sempre rispettato e prestato grande attenzione a tutte le diversità (ad esempio, di opinione, cultura, esperienza tecnologica, professione, origine geografica, sesso, età) poiché esse sono la vera ricchezza non solo dell’IEEE, ma di ogni comunità. È, infatti, dalla discussione e dal confronto di diversi punti di vista che vengono create e sviluppate le soluzioni migliori. È con la critica costruttiva che si risolvono insieme i problemi a beneficio di tutti. È necessario coinvolgere tutti, specialmente le nuove generazioni, per crescere insieme e creare le fondamenta del nostro futuro.

Durante le sue varie esperienze ha sviluppato e raffinato competenze organizzative e manageriali, capacità di gestire programmi, attenzione all’efficienza operativa, attitudine a semplificare i processi, abilità di delegare efficacemente, cura nella costruzione del consenso, positività nel lavoro di gruppo, efficacia nel gestire situazioni difficili e conflitti, cura nel motivare e premiare i migliori per realizzare la visione strategica comune, coerenza con la visione strategica condivisa dalla comunità, e abilità di aiutare la comunità ad identificare una visione strategica comune e un piano per la sua realizzazione. Ha sviluppato queste competenze e caratteristiche con la stessa attitudine sia nell’IEEE sia nel suo lavoro quotidiano in università e nelle collaborazioni con l’industria e le agenzie governative. L'attenzione alla diversità e all’inclusione così come la prospettiva internazionale si sono sviluppate sulla sua naturale sensibilità, ma anche attraverso una moltitudine di contatti e collaborazioni in tutto il mondo.